Protocollo d’intesa

PROgRES - MANAGER WHITELIST

 

 

PREMESSO CHE:

 

  • la piena affermazione e la quotidiana promozione dei valori della legalità, della solidarietà e della giustizia sociale richiedono un forte impegno da parte, tra gli altri, dei professionisti, siano essi singoli o associati liberamente;
  • la leale collaborazione tra professionisti deve essere rafforzata per essere in grado di opporsi a logiche distruttive della convivenza civile;
  • la prevenzione e la repressione dei fenomeni criminali devono puntare al medesimo obbiettivo dell’affermazione della legge e dell’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte ad essa;
  • il contrasto efficace alla criminalità organizzata e a pratiche di corruzione, illegalità e violazione delle leggi necessita di un forte impulso di carattere formativo, informativo e tecnico effettuato anche dai professionisti nella loro funzione di cittadini qualificati;
  • l’economia di tipo illecito subisce contraccolpi negativi quando la confisca dei proventi illeciti delle organizzazioni criminali è affiancata da un reale utilizzo economico e produttivo degli stessi oltre che sociale, con ciò innescando effetti virtuosi anche in termini di immagine, provando nei fatti che il crimine è destinato ad essere punito.

 

CONSIDERATO CHE:

 

  • l’associazione PROgRES, professionisti per la valorizzazione dei beni comuni (di seguito PROgRES), ha come finalità statutarie, tra le altre, promuovere e diffondere i valori della legalità, trasparenza, partecipazione, tutela del territorio e gestione partecipata dei beni comuni con particolare riferimento alla valorizzazione, con un approccio tecnico-professionale, del riutilizzo e della rigenerazione dei beni confiscati alla criminalità anche con ottica imprenditoriale;
  • l’associazione Manager WhiteList (di seguito MWL), avente attività di natura manageriale specialistica, ha come finalità statutarie, tra le altre, quella di diffondere la cultura della legalità e anticorruzione, della trasparenza; della gestione e sviluppo di attività imprenditoriali su beni confiscati, di sanare e sviluppare il ciclo economico-produttivo nelle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità;
  • PROgRES e MWL intendono sviluppare e mantenere rapporti di scambio e collaborazione fra di loro, con altre Associazioni e Organizzazioni aventi finalità compatibili con i rispettivi statuti, al fine di sviluppare sinergie e collaborazioni tra i rispettivi soci;
  • PROgRES e MWL individuano nella piena applicazione delle normative riguardanti il reale utilizzo anche a fini produttivi dei beni confiscati alla criminalità una delle risposte più significative alle infiltrazioni criminali nel tessuto produttivo ed economico, soprattutto con attenzione alle ricadute occupazionali e sociali.

 

 

si stipula il seguente protocollo d’intesa:

 

  • Articolo 1: i contenuti del protocollo

Le premesse e le considerazioni iniziali fanno parte integrante del presente accordo e costituiscono il riferimento principale per ogni ulteriore intesa sugli argomenti richiamati nel testo.

 

  • Articolo 2: i destinatari del protocollo

I destinatari delle iniziative previste nel seguente accordo sono le diverse realtà coinvolte nella promozione e nella diffusione della cultura della legalità con particolare riferimento all’intero processo di sequestro e confisca dei beni alla criminalità.  

 

  • Articolo 3: gli impegni di PROgRES e MWL

PROgRES e MWL, nel rispetto dei propri ruoli e delle rispettive specificità, riconoscono e valorizzano reciprocamente nelle opportune sedi le loro positive esperienze con particolare riferimento all’utilizzo e alla valorizzazione anche in termini economici dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità.

 

  • Articolo 4: l’utilizzo sociale, produttivo o comunque economico dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità

PROgRES e MWL decidono di attivarsi particolarmente in stretta sinergia per un’attività di informazione e sensibilizzazione ai fini di attivare la pubblica opinione e l’associazionismo sul tema dell’utilizzo sociale, produttivo o comunque economico dei beni confiscati alla criminalità anche di tipo mafioso.

PROgRES e MWL collaborano nell’organizzare momenti di approfondimento, anche di tipo seminariale, sulla legge n. 109 del 1996, come sostituita dal D. Lgs. 6 settembre 2011 n. 159, anche al fine di fornire alle Istituzioni, agli Enti, ai cittadini e alle Associazioni e Organizzazioni gli strumenti utili a comprendere la portata del dettato legislativo.

PROgRES e MWL collaborano alla costruzione di progetti che abbiano per obiettivo la restituzione alla collettività delle ricchezze e dei patrimoni accumulati illecitamente dalla criminalità anche di tipo mafioso.

PROgRES e MWL, a mero titolo esemplificativo, promuovono interventi e progetti finalizzati a:

  • un’analisi della situazione effettiva dei beni confiscati (immobili e aziendali)
  • la verifica delle possibilità di un loro riutilizzo, secondo quanto previsto dalla legge n.

     109 del 1996 come sostituita dal D. Lgs. 6 settembre 2011 n.159  

  • iniziative seminariali finalizzate a una maggiore conoscenza delle opportunità offerte da una corretta gestione dei beni confiscati e degli strumenti a disposizione degli Enti e del Terzo Settore; 
  • facilitare la rimozione delle cause del mancato utilizzo, dell’abbandono e del deperimento dei beni confiscati a causa della scarsità di risorse economiche, tecniche ed umane degli Enti e degli assegnatari di immobili;
  • promuovere la riconversione ed il riuso legale dei beni, anche come occasione e strumento efficace per lo sviluppo del territorio in termini di avvio di nuove attività e di nuove opportunità occupazionali.

Le singole iniziative dovranno essere disciplinate da apposita convenzione.

  • Articolo 5: l’attuazione del protocollo

PROgRES e MWL curano la corretta applicazione del presente protocollo, esaminano i problemi connessi e ne prospettano le soluzioni, individuano le modalità di diffusione delle informazioni, promuovono il coinvolgimento degli Enti e degli altri soggetti interessati agli accordi qui sanciti, collaborano nel monitoraggio delle azioni e delle iniziative previste.

Le parti firmatarie del presente protocollo concorrono all’attuazione del presente accordo nel rispetto delle normative comunitarie, nazionali, regionali e locali in vigore o che interverranno nel periodo di validità dell’accordo stesso.

 

  • Articolo 6: la durata del protocollo

Il presente protocollo ha validità di tre anni dalla data di sottoscrizione e può essere, d’intesa tra le parti, modificato in ogni momento, espletato con ulteriori accordi e rinnovato alla scadenza.

 

Milano, 7 marzo 2017

 

         PROgRES                                                                                                      MWL

        Il Presidente                                                                                                 Il Presidente

Avv. Edilberto Giannini                                                                               dott.ssa Paola Pastorino

 

 

 

 

 

 

Seguiteci sui Social Media dell'Associazione

Pagina Facebook Manager WhiteList Pagina G+ Manager WhiteList Pagina Linkedin Manager WhiteList

Logo CNA Professioni

 Affiliato a 

 CNA Professioni