L'indagine di Coldiretti mostra la situazione a livello regionale

LeccoToday 18 ottobre 2015

La provincia di Lecco è al quinto posto in Lombardia per numero di beni confiscati alle mafie: a dirlo è Coldiretti, che ha stilato la classifica in occasione dell'incontro su agromafie ed ecomafie organizzato a Expo 2015.

Tra immobili e aziende, i beni confiscati in Lombardia sono 1.266, cifra che mette la regione stessa al quinto posto in Italia e al primo fra le regioni del Nord. Non solo, negli ultimi 3 anni è stata registrata una crescita di quasi il 7% delle confische, e solo dal primo agosto 2014 al 31 luglio 2015, lo Stato ha sequestrato alla mafia beni per 123 milioni di euro.

A Lecco e in provincia i beni confiscati sono 59, mentre a Como sono 67. A guidare la classifica è Milano, con 708 sequestri. «I capitali accumulati sul territorio dagli agromafiosi, attraverso le mille forme di sfruttamento e di illegalità hanno bisogno di sbocchi- spiegano da Coldiretti - devono essere messi a frutto e perciò raggiungono le città, in Italia e all’estero, dove è più facile renderne anonima la presenza e dove possono confondersi infettando pezzi interi di buona economia. Vengono rilevati, attraverso prestanome e intermediari compiacenti, imprese, alberghi, pubblici esercizi, attività commerciali soprattutto nel settore della distribuzione della filiera agroalimentare».

 

Seguiteci sui Social Media dell'Associazione

Pagina Facebook Manager WhiteList Pagina G+ Manager WhiteList Pagina Linkedin Manager WhiteList

Logo CNA Professioni

 Affiliato a 

 CNA Professioni